16 giugno 2016

Idrolato Mon Amour: So'Bio, La Saponaria, Biofficina Toscana.

Chi non li ha mai usati fatica a crederci, ma gli idrolati fanno presto a divenire irrinunciabili per la propria beauty routine. Questo perché, a mio parere, sono un vero e proprio concentrato di semplicità ed efficacia: è facile utilizzarli e ci vengono in aiuto per tante cose.

Gli idrolati sono acque aromatiche derivanti dalla distillazione delle piante, che, a seconda delle specifiche proprietà, possono essere usate su viso, corpo e capelli. Proprio perché semplici ma piuttosto efficaci, gli idrolati sono molto apprezzati in campo cosmetico: tanto puri, da vaporizzare sulla parte interessata, quanto in prodotti più elaborati o intrugli fatti in casa (soprattutto per viso e capelli).  

Io li uso principalmente sul viso, a mo' di tonico, cioè dopo la detersione e allo scopo di riequilibrare la pelle (rivitalizzarla, lenirla), restringere i pori, rinfrescare la zona perioculare.
Perché utilizzare un idrolato e non un tonico "tradizionale"?
Intanto mi sembra di godere maggiormente dei benefici della pianta, in più azzero il rischio di incappare in un prodotto "appiccicoso" - come spesso i tonici sanno essere -, che oltre a risultare sgradevole finirebbe con l'essere inutile (probabilmente lo risciacquerei).
Talvolta me ne concedo una spruzzatina anche a trucco ultimato, in modo da rendere il tutto ancora più omogeneo e "naturale".    

Insomma, dato il mio amore per gli idrolati, ho pensato di riepilogare tutti quelli finora provati.



Idrolato di Fiordaliso - So'Bio Etic
Il capostipite. Ricordo che lo presi nel periodo in cui scrivevo la tesi, proprio per il suo potere calmante e decongestionante, ideale per lenire occhi stanchi e arrossati (utile anche in caso di piccoli stati infiammatori). Ovviamente lo usai anche sul resto del viso. Qui non ricordo effetti strabilianti, contribuiva sì a restituire equilibrio e una minima idratazione post-detersione, ma niente di più. Sugli occhi invece l'azione era più evidente: lo trovavo piacevolmente rinfrescante ed efficace nel ridurre rossori e segni di stanchezza. Lo consiglierei alle pelli più delicate e a quelle che hanno bisogno di trovare calma e "ristoro". Sì, lo ricomprerei.





Idrolato di Lavanda - So'Bio Etic
Calmante e antinfiammatorio per eccellenza, in realtà quello di lavanda è stato l'idrolato che meno mi ha colpita. Credo mi aspettassi (forse erroneamente) qualcosa di più incisivo sulle mie simpatiche impurità, invece da questo punto di vista non ho riscontrato miglioramenti particolari. In generale resta un valido alleato: rinfresca e lenisce immediatamente, anche i rossori, e risulta adatto a tutti i tipi di pelle. Per questo, e perché è tra i più reperibili, lo consiglierei a chi vuole buttarsi sugli idrolati, ma non sa da quale partire. Io al momento non lo ricomprerei, perché ce ne sono ancora troppi che aspettano di essere acquistati!


Idrolato di Hamamelis - La Saponaria
Non lo nascondo, l'idrolato di Hamamelis è indubbiamente il mio preferito. Questa piantina è nota per le sue elevate proprietà lenitive, decongestionanti, antinfiammatorie e soprattutto astringenti. Quest'idrolato, dunque, è consigliato in caso di sebo in eccesso, pori dilatati, rossori (anche degli occhi), capillari in evidenza. La mia esperienza è stata entusiasmante fin dall'inizio: pelle immediatamente più tonica e luminosa, pori da subito meno evidenti (come se ci mettessi il limone). In più, non ho mai avuto la sensazione che fosse "troppo" o vagamente aggressivo, anzi la pelle risultava perfettamente distesa e riequilibrata. Lo consiglio fortemente alle pelli miste, grasse e generalmente impure, che hanno bisogno di qualcosa di delicato ma finalmente incisivo. Datemene ancora e ancora!
NB: non ha lo spruzzino incorporato, ma travasarlo è semplicissimo.

Idrolato di Salvia - Biofficina Toscana
Non esattamente una new entry, ma è l'ultimo arrivato. La salvia possiede numerose proprietà stimolanti, antinfiammatorie e cicatrizzanti. Sulla pelle svolge anche un'importante azione antisudorifera, che, in vista dell'estate, è il motivo per cui la mia scelte è ricaduta proprio questo idrolato. Biofficina destina il prodotto (così come tutti i suoi idrolati) a viso, corpo e capelli; in questo caso, ne consiglia l'uso sulle pelli acneiche, seborroiche, stanche e asfittiche.
Confermo ogni parola, ma ho la sensazione che non sia adattissimo al mio tipo di pelle. Quando lo applico - una volta al dì, la sera - percepisco la sua forte azione astringente (il che mi fa ben sperare per quando ci sarà davvero caldo), ma anche una pelle un po' troppo "asciutta".
PS: nemmeno questa confezione è dotata di spruzzino, in attesa di travasarlo sto comunque riuscendo a far fuoruscire la giusta quantità di prodotto, senza sprechi.


La carrellata termina qui, almeno per il momento, perché ho intenzione di ampliare le mie conoscenze.

E voi? Avete provato qualcuno di questi idrolati? Quali mi consigliereste?

15 commenti:

  1. Anche io sono una grandissima fan degli idrolati quindi apprezzo particolarmente questo post *-* Spero ne verranno tanti altri in futuro.
    Non posso che quotare ogni tua parola, ormai sono diventati parte integrante della mia routine e la quantità di benefici apportati è davvero strabiliante.
    Di quelli da te citati ho usato solo quello di salvia e di lavanda (entrambi di biofficina toscana, il secondo - per grazia divina - è dotato di spruzzino). Quello di fiordaliso l'ho sempre ignorato ma leggendo la tua descrizione credo potrebbe tornarmi utile per gli occhi, che sono spesso stanchi e arrossati a causa del lavoro al computer.

    Uno di quelli che non può mai mancare secondo me è l'idrolato di rosa. È perfetto per qualsiasi cosa quindi non posso che consigliartelo. Un altro che mi sta piacendo tanto in questo periodo è quello di tea tree di aroma zone però è anche uno dei più forti che abbia mai provato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, quello di rosa è un must e prima o poi lo proverò anche io! Io quello di Fiordaliso te lo consiglio doppiamente se stai molto al pc, aiuta davvero tanto! Sulla stessa scia penso che prima o poi proverò anche quello di camomilla (già le bustine usate mi danno molto sollievo :P). Invece tra i prossimi acquisti ci sarà sicuramente quello ai fiori di arancio, vorrei mixarlo proprio con quello di salvia e vedere che ne esce fuori. Mi sembra perfetto per quando saremo in piena estate (se mai arriverà l'estate, ovviamente).

      Elimina
    2. Tienici aggiornate, il mix salvia-fiori d'arancio sembra davvero interessante!
      E seguirò il tuo consiglio, al prossimo ordine l'idrolato di fiordaliso sarà mio! Grazie

      Elimina
  2. Non mi sono ancora avvicinata al mondo degli idrolati ma conto di farlo presto! Vorrei troppo provare quello de La Saponario ai fiori d'arancio:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche iooo *-* prossimo acquisto sicuramente!

      Elimina
  3. Amo gli idrolati! E da quando li ho scoperti anche io li ho sostituiti completamente ai tonici :) ho provato quello di lavanda, quello di cipresso e adesso quello di fiori d'arancio. Attualmente quest'ultimo è il mio preferito per via dell'effetto lenitivo (e soprattutto del profumo), ma ancora non ho trovato quello che fa gridare al miracolo... aspetterò con ansia di prendere quello di hamamelis la prossima volta <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me quello di cipresso incute timore...è troppo cimiterialmente connotato!!!
      Invece voglio provare quello ai fiori d'arancio nella (vana?) speranza che abbia vitamina C da donarmi :D

      Elimina
  4. Non ho mai utilizzato gli idrolati, ma ne sono attratta e tranne quello alla lavanda (detesto l'odore >.<), vorrei provarli tutti ^_^

    RispondiElimina
  5. Mi unisco al coro di chi ama gli idrolati :D Concordo che si tende a sottovalutarli, se prima non li provi pensi che siano solo poco più che acqua, invece lasciano notevoli benefici. Mi hai straincuriosita con quello di Fiordaliso della So' Bio, che sinceramente non avevo mai sentito. Tra l'altro mi sembra pure una tipologia di idrolato particolare, non conosco altri brand che lo vendano :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualche altro brand c'è (ovviamente), ma quello So'Bio è decisamente il più reperibile! Inoltre da non sottovalutare che i So'Bio sono generalmente più convenienti rispetto alla media (fatta eccezione per quelli La Saponaria): 9,50€ per 200 ml di prodotto :)

      Elimina
  6. Io, ammetto, non sono una da idrolati anche se mi incuriosiscono parecchio e vorrei farli entrare nella mia routine perché credo che ne possano venire solo che benefici. Fino ad ora ho provato solo quello alla rosa, ma che non mi ha entusiasmato, tanto che non l'ho ancora finito nonostante siano passati mesi e mesi, e quello alla salvia che accoppio ogni tanto allo shampoo di Biofficina. Dal tuo post vorrei proprio provare quello all'hamamelis, ma mi frena il fatto che probabilmente sarei poco costante nell'uso... Domanda, sugli occhi arrossati come li metti? Spruzzi su un dischetto di cotone e lasci sull'occhio per qualche minuto? ^.^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Red, guarda...quello La Saponaria conta 3.50€, anche si rivelasse un investimento "sbagliato", sarebbe una piccola spesa. Male che vada lo usi per diluire lo shampoo o in qualche impacco per capelli: lo finirai più in fretta (credo) :D.
      Ps: nessun dischetto, io lo spruzzo direttamente sul viso o sulle mani e tampono :)

      Elimina
  7. Anch'io adoro gli idrolati e non potrei farne a meno! Li ho completamente sostituiti ai tonici perché li trovo piu' funzionali e ricchi di evidenti benefici. Io uso abitualmente l'idrolato al tea tree di Akamuti o Farfalla che non può mai mancare, ma ultimamente sto provando anche l'idrolato alla mela di Dabba e devo dire che non è malino: ottima profumazione perché sa di succo di mela e grande efficacia calmante e lenitiva.
    In uno dei prossimi acquisti prenderò quello alla salvia e all'hamamelis perché voglio provarne gli effetti sulla mia pelle secca-mista con impurità e sempre irritata. Ciao! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli Dabba incuriosiscono moltissimo anche me, prima o poi vorrei provare il loro miniset Forest (o qualcosa del genere!) **
      Sulla pelle secca-mista ti consiglierei di più quello all'hamamelis :)
      Ciao a te!

      Elimina

Commenta qui